Mirrorshades

Cyberpunk-2077-14012013

Ispirato al racconto breve “Mozart con gli occhiali a specchio” di Bruce Sterling e Lewis Shiner

Una cosa è leggere dei draghi e un’altra è incontrarli

255390-DD1

Da piccolo i miei genitori mi raccontavano storie di draghi nobili, pronti a donare il proprio cuore a chi ne avesse bisogno e a difendere il regno dalle forze del male, ma si sbagliavano. I draghi, quelli veri, sono come raccontano le antiche leggende: esseri crudeli e intelligenti che provano piacere nel caos e nella distruzione.

Su una cosa però le storie che leggevo da piccolo avevano ragione: a volte il cuore di un drago viene dato a un eroe. Io sono l’Arisen, e mentre nel mio petto batte il cuore di un mostro, il mio batte sotto le sue scaglie.

[Questo pezzo è stato scritto per “inutile”, trovate il pezzo completo qui]

Make your own kind of music

skyrim-vs_dragon-skyrim-team-fortress-2-and-mortal-kombat-5-video-games-that-need-movies-now

Quando la mia ragazza si è trasferita a casa mia non abitavamo ancora da soli. Anzi, sarebbe più appropriato dire che la mia ragazza si trasferì in camera mia, nella casa che dividevo con un mio amico. Era un piccolo bilocale e per avere un minimo di privacy reciproca, io e il mio amico ci dividemmo le due stanze, eliminando il soggiorno. Il risultato fu che la mia Xbox e il mio televisore finirono in camera mia, ma da buon gamer quale sono, giocavo solo di notte.

[Questo pezzo è stato scritto per “inutile”, trovate il pezzo completo qui]

Le decisioni giuste vengono dall’esperienza, l’esperienza viene dalle decisioni sbagliate

8870_screenshots_2013-04-01_00001-1-1024x576

Senza saperlo, mi ero innamorato dei giochi di ruolo ancora prima di prenderne in mano uno.
Era il 1994, credo, e sul 386 di casa avevo appena installato Indiana Jones and the fate of Atlantis. A quel tempo divoravo qualunque avventura grafica, meglio se della Lucas Arts, in pochi giorni e Indiana Jones si rivelò una delle più ostiche. La cosa che mi costrinse a rigiocarlo più volte fu scoprire che, con mio immenso stupore, c’erano ben tre finali diversi, che seguivano le scelte fatte nell’ultima parte del gioco, quella ambientata, appunto, ad Atlantide.

[Questo pezzo è stato scritto per “inutile”, trovate il pezzo completo qui]

Fumble – Il primo podcast di giochi di ruolo in Italiano

fumble2

Fumble è il primo podcast italiano di live-play di Pathfinder, Dungeon World e Dungeons & Dragons. Quattro giocatori e un Dungeon Master ogni settimana si trovano davanti ai microfoni per sgominare culti degli antichi dei, tra (rari) colpi critici e (frequentissimi) fumble.

Fumble è un podcast fatto e incasinato da Claudio Serena, Jacopo Colò, Roberto de Luca, Matteo Mantovanelli e Simone Bonavita.

Tutto è nato perchè due provetti giocatori e un ex-giocatore volevano insegnare a un profano cosa fossero i giochi di ruolo ed è subito diventato un momento molto importante della nostra settimana.

In America esistono decine di podcast di live-play dei più disparati sistemi di gioco, ma in Italia nessuno aveva ancora pensato che raccontare una storia in radio si è sempre fatto. Una volta si chiamavano “radiodrammi” e le famiglie si riunivano la sera per sentire una nuova puntata delle loro storie preferite. Noi lo facciamo lanciando nel frattempo qualche dado. La radio è un habitat naturale per un gioco basato interamente sulla narrazione.